Eventi 2006/2007

“Natura mundi et animae”, prima esecuzione a Firenze, Basilica di Santa Croce, il 18/11/2006, è un concerto drammatico, per voce recitante, mezzosoprano, baritono e quartetto d’archi, che si sviluppa intorno a un racconto scritto per l’occasione da Ilaria Innocenti, ricercatrice al Politecnico di Milano, dal titolo ” Firenze, 4 novembre 1966″, che descrive, tra dramma e scienza, l’alluvione di Firenze di quarant’anni fa, evento che la serata vuole ricordare. Attore è Gerardo Mastrodomenico e cantanti Eva Mabellini e Nicola Gerbi, rispettivamente mezzosoprano e baritono, con la collaborazione del Quartetto Aer.

“Natura mundi et animae” è stato replicato a Vienna il 19/4/2007, nella Minoritenkirche, su invito dell’ Istituto Italiano di Cultura di Vienna, e della Congregazione Italiana di Vienna, e con il sostegno della Provincia Austriaca OFM Conv. Il pubblico numeroso e attento ha seguito il racconto dell’alluvione di Firenze, recitato in italiano e attentamente tradotto sulla guida all’ascolto del concerto da Katharina Groessing. La parte recitante è stata sostenuta da Paolo Spennato, e il tenore Alessandro Rinella ha sostenuto la parte di voce maschile. Eva Mabellini ha cantato come voce femminile. Di altissimo livello il contributo del Quartetto Haydn di Vienna.

Il progetto Animae ars musica inizia con “Il Sogno di Galileo”. Il lavoro era stato presentato in due anteprime a Roma, Museo Nazionale Romano, Palazzo Altemps (30/12/2004) e ad Assisi, Teatro Metastasio, nell’ambito del Festival Internazionale per la Pace ( 18/09/2005), in versione strumentale con una voce recitante, eseguite dall’autore con il Trio Arcadia di Roma ( Laura Bianco,violino Francesco Vignanelli,violoncello Maria Di Pasquale,clavicembalo e pianoforte ); con la stessa formazione è stato eseguito il 5 luglio 2007 nel prestigioso Festival di Musica Barocca di Rovigno (Istria), diretto da Domagoj Terzic, con il patrocinio dell’Istituto di Cultura Italiano di Zagabria. Il 25 e 26 ottobre 2007, su commissione del Rettore di Santa Croce e con il sostegno di IMAIE, Istituto preposto alla tutela degli artisti interpreti ed esecutori, è stato eseguito “Il Sogno di Galileo. Serata per un nobile fiorentino”, opera di teatro musicale che sviluppa il libretto-racconto preesistente in una una drammaturgia a due che si avvale anche di passi scelti dalle lettere scritte da Virginia Galilei al padre.L’ ensemble era formato dagli attori Paolo Spennato e Sandra Bonciani, dal baritono Nicola Gerbi e dal mezzosoprano Eva Mabellini, con Ilaria Innocenti al pianoforte e la collaborazione di Valeria Amendola per i suoni elettronici. Il 28 novembre 2007 l’ autore ha realizzato, all’organo della Basilica Inferiore di Assisi, e con l’ausilio dell’elettronica di Ilaria Innocenti e Valeria Amendola e con l’attore Gerardo Mastrodomenico un’intero evento musicale comprendente variazioni e ricercari sui temi della Legenda Aurea, Salmi della Furia e Il Sogno di Galileo
“Galileo’s Dream” è il titolo del CD in fase di uscita internazionale dalla Casa inglese Scribendum, e rappresenta un’ulteriore approfondimento, di tipo pianistico e tastieristico, del tema progettuale galileiano.

Commenta